CON CANTINE DEL NOTAIO TRIONFO LUCANO AL VINITALY

Margherita Agata

Giuratrabocchetti  festeggia 20 anni di attività con il premio speciale
Cantina dell’anno e la palma di miglior rosato per l’etichetta Rogito

 

Al Vinitaly è sempre più di tendenza #BereBasilicata. É andato alle lucanissime Cantine del Notaio  il premio speciale Gran Vinitaly 2018. Una giuria qualificata ha nominato cantina dell’anno della guida “5StarWines the Book” l’azienda vitivinicola di Gerardo Giuratrabochetti, imprenditore dell’Aglianico del Vulture da ben sette generazioni. 

Per Cantine del Notaio, consorziata con il Consorzio di Tutela dell’Aglianico del Vulture doc, “un traguardo. racconta Giuratrabocchetti- che è frutto di una staffetta generazionale di cui lui ha raccolto il testimone, e nonostante il traguardo raggiunto, continua ad essere il maratoneta in corsa.

Padre fondatore di Cantine del Notaio,  Giuratrabocchetti ci racconta le ragioni per cui il 2018 è un anno da ricordare. Compie i suoi primi 60 anni, l’attività vitivinicola, fondata nel 1998, raggiunge il traguardo dei 20 e in questi giorni in fiera a Verona, riceve due riconoscimenti che vanno necessariamente messi a “L’atto”.

Il Rogito, ennesima etichetta di vino legata alla vita “giuridica” del “Notaio” è stato riconosciuto come miglior vino rosato, confermando come, la passione, la dedizione e la continua ricerca di equilibrio rappresentino il segreto dei successi di questi 20 anni di attività.

Guardarsi indietro con la mente rivolta al futuro, sembra essere il motto dell’imprenditore lucano che,proprio con queste parole, commenta la sua attività e celebra  questo prestigioso secondo riconoscimento al Vinitaly 2018. 

Amministratore unico dell’azienda agricola  “Cantine del Notaio”, fondata con la moglie Marcella, in occasione del suo 40° compleanno, Giuratrabocchetti inizia in quegli anni “una nuova vita” nel solco dell’eredità di valori, lasciatagli dal nonno Gerardo. 

Lo stesso nonno che, confida  Trabocchetti-“ torna alla mente con il suo primo ricordo in cantina, a contatto con quegli odori che lo hanno accompagnato in questi sessant’anni di vita, rendendolo imprenditore di successo nel comparto agricolo”.

Una corsa ad ostacoli,  quella di Gerardo Giuratrabocchetti nel mondo dei vini di eccellenza, con l’ambizione di fare sempre meglio grazie anche al contributo dei suoi collaboratori che non dimentica mai di citare e ringraziare.

15 etichette di vini, tra rossi, bianchi e rosati, 3 acquaviti e 20 anni di duro lavoro su cui siamo sicuri di poter apporre il “Sigillo” di garanzia.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.