MALEDETTI POETI – SI COMINCIA

MALEDETTI POETI – SI COMINCIA

Che cosa è mai la poesia che tutti ci affascina e ci cattura?
Anche i più refrattari, i più concreti, i meno sognatori hanno prima o poi sperimentato nella loro vita l’esperienza di un pensiero poetico, magari inconsapevolmente davanti ad un tramonto, o al ricordo della madre, o nell’ardore di una passione.
Questa rubrica è il tentativo di mostrare quanto bella è davvero la poesia, lo faremo proponendovi via via, le poesie di grandi poeti, lucani e non, lette da amici perché la poesia è bella leggerla ma è ancor più bella da ascoltare.
Vi regaleremo alcune tra le più sublimi poesie italiane e non, in formato audio.
Ciascuno di voi potrà così, se vuole, conservarle e riascoltarle per poter meglio apprezzarle.
Inizieremo da quello che, per me, è il più sublime dei poeti italiani del novecento, Giuseppe Ungaretti e poi via via esploreremo la poesia lucana iniziando da Albino Pierro e via via, facendo incursioni nel mondo della poesia tra amore per nostre radici e voglia di esplorare.

http://www.totemmagazine.it/giuseppe-ungaretti-letto-da-fabio-pappacena

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.