ANCHE IO VOTERÒ PD

Antonio Tisci

Io voterò per il Pd perché credo che l’Italia abbia bisogno di riforme e il Pd le ha fatte, a poco rileva che le riforme proposte dal partito di Renzi siano state bocciate o dal popolo (riforma costituzionale) o dalle autorità giudiziarie (riforma Madia).

Io voterò per il Partito Democratico perché ha colto in pieno la centralità dei bisogni della nazione. Mentre le fabbriche chiudevano, le grandi aziende delocalizzavano e i lavoratori perdevano il posto di lavoro, infatti, si è concentrato sui diritti civili, sul matrimonio omosessuale, sull’accoglienza degli immigrati e sull’antifascismo come priorità.

Io voterò per il Partito Democratico perché è talmente attento alle dinamiche economiche di questo tempo che il Ministro Calenda si accorge della globalizzazione solo quando Embraco chiude e all’improvviso si rende conto che esiste il dumping salariale e l’Europa è impotente.

Io voterò per il Partito Democratico perché ha talmente a cuore i lavoratori da non volere che vadano mai in pensione anche al fine di poterli far licenziare senza reintegra grazie all’abrogazione dell’art. 18.

Io voterò per il Partito Democratico perché sono lucano e come lucano non posso che essere soddisfatto del fatto che, grazie alle straordinarie politiche economiche del Pd che governa questa terra, viene offerta l’opportunità all’83% dei lucani laureati di emigrare fuori regione perché qui non sembra neanche esserci una speranza.

Io voterò per il Partito Democratico perché direttamente o indirettamente candida gli ultimi presidenti della Regione Basilicata, due direttamente e uno per via parentale e non so come ringraziare lo straordinario governo di questa terra che non dà nessuna speranza di futuro e che ha rinunciato anche alla tranquillità in nome e per conto di un’accoglienza senza regole che ha arricchito i soliti noti.

Io voterò per il Partito Democratico perché in questa regione, negli ultimi anni ha esercitato per intero la filiera di potere dalla massima rappresentanza nel Parlamento Europeo (Gianni Pittella), al Governo nazionale, alla Regione e ha utilizzato questo straordinario potere per arricchire la nostra regione di alcune opere indispensabili come l’emozionante pista che collega Potenza verso Salerno-Napoli-Roma, sostituendo il noiosissimo raccordo Sicignano-Potenza con una strada fatta di restringimenti, deviazioni e interruzioni in modo che la gente non si annoi.

Io voterò per il Partito Democratico perché sono lucano e come lucano non posso che essere soddisfatto di una sanità che mi offre la necessità di emigrare anche per fare un intervento oltre la routine.

Io voterò per il Partito Democratico perché amo talmente tanto i poveri che voglio che aumentino, ovviamente concentrando le ricchezze nelle mani dei pochi, voglio che questa terra sia spopolata in modo da farla diventare un luogo di conquista per la sostituzione etnica, voglio che l’Italia ceda totalmente e definitivamente il controllo dell’economia all’Europa, a quella stessa Europa che non ci difende davanti all’avanzata migratoria, non ci aiuta quando le imprese delocalizzano ma chiede un formale ed ossequioso rispetto dei parametri comunitari, anche quando affamano il nostro popolo.

Io voterò per il Partito Democratico perché sono anti italiano, odio l’Italia, credo che questa sporca ed inutile nazione debba definitivamente diventare più tedesca, anzi una vera e propria colonia tedesca.

Io voterò per il Partito Democratico perché nessuno più del Partito Democratico ha dimostrato un ossequio così forte nei confronti dei poteri forti, dell’Europa e dei nemici della nostra Nazione.

Io voterò PD perché vorrei non essere italiano.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.